Curiosità

Stalking

Cos’è lo Stalking

Stalking

Una rosa, un fiore lasciato sulla macchina o davanti casa. Un gesto all’apparenza innocente, ma non lo è. Non lo è perché è il primo di tanti gesti non desiderati, non richiesti e anzi respinti.
Non è una semplice attenzione, è un’attenzione eccessiva da parte di chi è stato rifiutato ma nonostante ciò conosce il numero di targa, il numero civico e persino le nostre più intime abitudini.
Quella spiacevole sensazione di non essere mai soli, di essere sempre oggetto di sguardi, di occhi penetranti che vorrebbero farti sua. L’idea di non essere più libera di uscire da sola, la paura di restare a casa da sola perché non sei mai realmente sola.
Trovare il coraggio dentro se stessi, fare finta di nulla, andare avanti. Continuare ad andare al lavoro, cambiando abitudini, cambiando strada, ma quella stessa sensazione di soffocamento, di mancata libertà. Ci provi, ti ripeti che smetterà, che col tempo passerà, con l’aiuto degli amici lo supererai, ma quel giorno non arriva mai.
Messaggi, telefonate, biglietti, lettere, regali, tutte attenzioni che non vuoi, che non cerchi, che rifuggi e che detesti, ma che non smettono mai

A volte si trova la forza e il coraggio di chiedere aiuto, ma ci si sente rispondere che non c’è da preoccuparsi, sono solo regali. E ci si sente guardate con quegli occhi che lasciano intendere: sono regali che tutte le donne vorrebbero. Eppure no! Non è così, non tutte le donne desiderano certi regali, ma soprattutto non li vogliamo da parte di chi abbiamo rifiutato. Ti senti lentamente scivolare in un baratro dove non ti senti compresa da nessuno.
Se hai rifiutato i regali, non ci sono prove, se li hai accettati… signorina, lei li ha accettati, pertanto deduco che in fondo le facciano piacere queste attenzioni.
Quelle frasi che ti fanno gelare sulla sedia, lì come sei. Dopo tutto quel tempo passato ad aver paura, a cercare di nasconderla, a far finta di nulla pur sentendoti in trappola e poi trovare il coraggio di chiedere aiuto e ancora, sprofondare ancora in quella paura, in quel disagio adesso più profondo che mai perché pensi di aver tentato il tutto per tutto.

Lo stalking non è un gioco, non si tratta di regali che tutte vorrebbero, no! E’ un reato, è una persecuzione. Sentirsi imprigionate, non essere libere di uscire senza sentirsi continuamente oggetto di sguardi, di attenzioni non richieste e soprattutto non volute.
E’ invece importante agire il prima possibile, chiedere aiuto senza aver paura.

Se potessi esprimere un desiderio, chiederei che tutti gli uomini potessero provare cosa significhi veramente essere una donna, sentire e vivere sulla propria pelle le difficoltà, gli sguardi, i giudizi, le battute, i pensieri che noi tutte almeno una volta nella vita abbiamo ricevuto. Ecco, allora, se al risveglio gli uomini si ricordassero realmente cosa significa vestire i panni di una donna e fossero coraggiosi abbastanza da agire, allora forse avremmo una società diversa, dove le voci delle donne vengono prese sul serio, dove uomini e donne si schierano veramente dalla stessa parte contro le ingiustizie, avremmo un mondo e una società migliore, dove poter crescere e vivere senza paure.